LETTA e ALFANO finanziati da queste società!

Articolo di Edoardo Capuano.

L’argomento principale del dibattito politico italiano è diventato, in modo inspiegabilmente pressante, il passaggio dall’oggi al domani a Repubblica Presidenziale. Così, perché l’ha ordinato sottovoce e piano piano Silviuccio. In un momento di crisi epocale e depressione, non solo economica, apocalittica coloro che ci governano si concentrano sulle pagliuzze negli occhi, lasciando, temo con masochistico piacere, una bella trave nel culo. Sarà che tendenzialmente io non mi fido di costoro e soprattutto sarà che mi sembra tanto un’arma di distrazione di massa, mi sono allora disinteressato a riguardo e mi sono concentrato su un’altra notizia che è passata inosservata.

Esiste una fondazione, chiamata Vedrò, all’interno della quale troviamo moltissimi componenti del governo attuale ed altri membri illustri del potere italiano. “VeDrò è un “think net” nato per riflettere sulle declinazioni future dell’Italia e delineare scenari provocatori, ma possibili, per il nostro Paese. Sulla scena dal 2005, la nostra è una rete di scambio di conoscenza formata da più di 4.000 persone.” questo è quanto si legge sul sito ufficiale della fondazione.
Qualche giorno fa la senatrice a cinque stelle Paola Nugnes ha mosso un dubbio relativo a tale fondazione in cui sono presenti diversi ministri del “governicchio dell’inciucio” del calibro di LettaAlfano, Orlando, Lupi (per gli amici Mariangela), De Girolamo, Idem e soprattutto la Lorenzin, l’esempio vivente che la laurea non serve. Già a questo punto si sciolgono leggermente quelle perplessità che manifestai al momento della lettura dei ministri del Governo, ma si sa sono diabolicamente dietrologista.

I dubbi si ingrossano in modo esponenziale quando si va a leggere, o sentire dalla senatrice Nugnes, i nomi di coloro che finanziano tale fondazione: EnelEniTelecomVodafoneSky,LottomaticaSisal, Autostrade per l’ItaliaNestlé, Farmindustria e il gruppo Cremonini.
La domanda retorica nasce spontanea: ma non è che per caso questo finanziamento da parte dei più grandi poli industriali, di informazione, di telecomunicazione e di gioco d’azzardo di Italia, abbia una qualche “leggera influenza” sulle linee politiche seguite proprio dal governo in carica? E non è che sui temi delicati come l’energia, l’ambiente, il mercato della telefonia mobile e fissa, la piaga sociale del gioco e il controllo dei monopoli, i nostri governanti attuali si sentano un pochino con le “mani legate“, viste le posizioni predominanti proprie di chi li sovvenziona?

La risposta a tali domande è semplice: certo che no! Questo è un governo di viva e vibrante responsabilità, che per il bene del paese si è temporaneamente (scadenza di 18 mesi, vedi sul fondo del Parlamento) formato per scongiurare la definitiva rovina del popolo italiano. Io mi fidociecamente.

Lascia perdere che dentro Vedrò ci sono anche: Michel Martone, Giulio O’uagiuncell Napolitano, Stefano Feltri, Oscar Giannino, Andrea Vianello, Corrado Passera, Mara Carfagna, Luigi De Magistris, Filippo Patroni Griffi, Renata Polverini, Debora Serrachiani, Laura Ravetto e bomber Matteo Fonzie Renzi.
Vorrei tanto sapere di cosa parlano nei loro incontri eleganti … o forse no, meglio non saperlo.

“A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca.” lo diceva un certo Giulio Andreotti, ma noi italiani non vogliamo pensare male, solo per paura di azzeccarci qualcosa. Ma in fondo, a pensarci bene, dietro questa accozzaglia di vedroidi luminari improvvisati ci sarà sicuramente lo zampino di Gianroberto CasaleggioSvegliatevi, prima che sia troppo tardi!

POTREBBERO INTERESSARTI:
– Matteo Renzi e gli amici dell’alta finanza
– Il piano di privatizzazioni di Letta e Saccomanni
 NEOLIBERISMO: la dottrina dei potenti

– Quando lo Stato perse il controllo del capitale

Fonte:http://iogiornalista.com/2013/06/03/fondazione-vedro-governo-letta-socio-in-affari-di-enel-eni-e-telecom/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...